Progetto ABiCi 2019

Il progetto "ABiCi" ha coinvolto le classi 1°A, 1°B e 1°C della Scuola primaria Regina Margherita di Quartu Sant'Elena nei mesi di maggio e giugno 2019.
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

L’edizione 2019 del progetto “ABiCi”, fortemente voluto dal Consiglio direttivo di FIAB Cagliari, è stato organizzato per avvicinare i giovanissimi alunni della Scuola primaria Regina Margherita all’uso consapevole della bicicletta sia come mezzo di svago che come mezzo di sviluppo dell’autonomia individuale e come “elemento” di uno stile di vita salutare e rispettoso dell’ambiente. Durante gli incontri, divertendoci e sorridendo, abbiamo fornito agli studenti informazioni sulla bicicletta, sui suoi componenti e sul Codice della strada, riflettendo sull’importanza della mobilità sostenibile e della sostenibilità ambientale e sui benefici che l’utilizzo della bicicletta determina sull’ambiente e sulla nostra salute.

Il progetto è stato articolato in 3 lezioni

1° lezione - teorica

Le attività della 1° lezione – teorica di 2 ore si sono tenute nella palestra scolastica il 6 maggio 2019, con la partecipazione di 3 volontari di FIAB Cagliari e l’ausilio degli insegnanti.

I giovani alunni hanno svolto una serie di attività ludiche finalizzate all’apprendimento dei principi basilari dell’educazione stradale e del codice della strada. Ogni gioco è stato preceduto da brevi spiegazioni sulla storia della bicicletta, i componenti della bicicletta, principi di educazione stradale e del codice della strada.

Imparare divertendosi!

Il gioco del semaforo

I bambini, rispettando i colori semaforici, dovevano superare un traguardo posto alla fine di un percorso rettilineo, per poi inserire in un secchio una pallina di plastica. Una sorta di "un, due, tre, stella" molto intuitivo e divertente.

Il memory

I bambini dovevano giocare a memory con le carte dei cartelli stradali. Ogni coppia di carte individuata, i bambini dovevano spiegare il significato del cartello, precedentemente indicato dai volontari di FIAB Cagliari.

Costruisci la bicicletta

I bambini, dopo una breve spiegazione sulle parti della bicicletta, dovevano ricostruire su una lavagna magnetica la bicicletta, sistemando ogni componente nella corretta posizione.

2° lezione - pratica

Le attività della 2° lezione – pratica di 2 ore si sono tenute negli spazi cortilizi della Scuola il 6 giugno 2019, con la partecipazione di 3 volontari di FIAB Cagliari e l’ausilio delle insegnanti. 

Dopo un breve ripasso dei principali cartelli stradali spiegati nel corso della precedente lezione, è stato illustrato ai giovani alunni i percorsi ciclabili e pedonali realizzati dai volontari di FIAB Cagliari. Gli studenti hanno indossato il casco e il gilet catarifrangente e sono montati in sella alle loro bici, effettuando diversi giri e svolgendo alcuni esercizi di equilibrio.

3° lezione -pratica

Le attività della 3° lezione – pratica di 2 ore si sono tenute negli spazi cortilizi della Scuola il 6 giugno 2019, con la partecipazione di 3 volontari di FIAB Cagliari e l’ausilio delle insegnanti.

I bambini hanno svolto alcuni esercizi di equilibrio e di agilità, mostrando miglioramenti rispetto all’incontro precedente.

I giochi in bicicletta

Gioco "Zighi Zighi"

I bambini dovevano fare lo slalom tra alcuni coni che sono stati posizionati in un percorso rettilineo. Pertanto, è stato un ottimo allenamento per migliorare l'equilibrio sulla bici.

Gioco dei "mattoni"

I bambini dovevano far cadere dei mattoncini di plastica posizionati sopra ad alcuni coni, utilizzando la mano destra. Pertanto, dovevano staccare la mano dal manubrio per farli cadere.

Gioco "sotto la fune"

I bambini dovevano passare sotto una fune, tenuta ad una altezza volutamente bassa, in bicicletta. Pertanto, dovevano abbassarsi e pedalare senza fermarsi.

Si ringraziano i volontari Stefano Pili, Noemi Virdis, Andrea Tocco, K.B. Legge, Mario Aresu, Grazia Pili, Palmina Bove, le insegnanti, il personale ATA, il dirigente scolastico della Scuola primaria Regina Margherita, i genitori degli alunni e tutti gli studenti per il supporto e la grande partecipazione.