A Cagliari la 1° Pedalata della Città che Cambia – Casteddu cambia strada

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Domenica 14 marzo, grande successo per la 1° edizione della “Pedalata della Città che Cambia – Casteddu cambia strada”, organizzata insieme alle altre associazioni che si occupano di ciclabilità e ambiente aderenti alla Consulta della Mobilità Sostenibile di Cagliari.

Oltre 70 cicliste e ciclisti hanno preso parte alla pedalata il cui scopo era quello di sensibilizzare sul tema della mobilità ciclabile e green a Cagliari, per una Città più bella e pulita, nella quale tutti si possano spostare in bicicletta in sicurezza. E’ stata l’occasione per passare una mattinata in bicicletta tutti insieme, numerosi e gioiosi e per dimostrare che ci siamo e siamo anche molto numerosi, uniti e compatti, per una Città più sostenibile, più vivibile, nella quale ci si possa spostare in sicurezza a piedi e in bicicletta.

L’itinerario della pedalata è stato il seguente: Piazza Giovanni XXIII (fronte Scuola Sant’Alenixedda) – Via S. Alenixedda – Via Bacaredda – Via Sonnino – Via Campidano – Calata Capitaneria – passeggiata a mare di Su Siccu (a piedi) – piste ciclabili di Su Siccu – Via del sale – Parco di Molentargius. 

Arrivati al Molo Ichnusa, trasportando le bici a mano, siamo transitati sulla ex pista ciclo-pedonale di Su Siccu. Abbiamo manifestato la nostra pacifica contrarietà sul divieto di transito alle biciclette nella passeggiata laddove, dati alla mano, non si è mai verificato alcun incidente che abbia coinvolto i ciclisti.
E' urgente la realizzazione di una pista ciclabile nel Viale Colombo per unire la pista ciclabile di Via Roma con quella di Su Siccu-Terramaini.

La questione è stata esposta anche ai giornalisti del TGR Sardegna, che hanno ascoltato le nostre ragioni.

Ringraziamo tutte le Associazioni, le cicliste e i ciclisti che hanno partecipato alla pedalata. Altri appuntamenti come questo saranno organizzati nei prossimi mesi. Con l’arrivo della Primavera, siamo sicuri che saremo sempre più numerosi e rumorosi.