A Cagliari la 2° Pedalata della Città che Cambia – Casteddu cambia strada

Un breve resoconto con foto e video della partecipatissima 2° Pedalata della Città che Cambia organizzata dalla Consulta della Mobilità Sostenibile di Cagliari.
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

Domenica 16 maggio, si è svolta la 2° edizione della Pedalata della Città che Cambia – Casteddu cambia strada, organizzata insieme alle altre associazioni e gruppi che si occupano di ciclabilità e ambiente aderenti alla Consulta della Mobilità Sostenibile di Cagliari.

In una mattinata dal clima quasi estivo, oltre 250 ciclisti hanno preso parte alla pedalata che aveva lo scopo di segnalare le criticità del quartiere di Giorgino, un borgo di pescatori bellissimo a pochi passi dal centro Città che però risulta isolato da Cagliari e irraggiungibile in bicicletta o a piedi sia dai residenti che da tutti i cittadini e i turisti.

Partita verso le 10:00 da P.zza Giovanni XXIII, la carovana di ciclisti è arrivata a Giorgino, scortata dalla Pol. Municipale, verso le 11:20 dove, grazie agli amici del Comitato Villaggio Pescatori, è stato possibile degustare dell’ottimo fritto misto di giornata.

Quindi, il Presidente del Comitato Villaggio Pescatori ha esposto le difficoltà a raggiungere il rione a piedi e in bicicletta. Sono intervenuti anche i portavoce della Consulta che hanno, tra le altre cose, sottolineato l’importanza che ricopre la realizzazione di un ponte ciclo-pedonale nell’ottica di valorizzare Giorgino in chiave turistica, ambientale ed economica-sociale. Ciò che fa più rabbia è che i fondi per realizzare il ponte c’erano ma non sono stati spesi perchè il Comune di Cagliari, in 5 anni, non è stato in grado di presentare un progetto e di bandire la gara d’appalto.

Verso le 12:15, la carovana ha fatto rientro a Cagliari ed è transitata nel Viale Colombo per chiedere ancora una volta la realizzazione della pista ciclabile che andrebbe a raccordare le piste esistenti in Via Roma e a Su Siccu.

Infine, passando per Viale Cimitero e Via Dante, la gioiosa carovana ha fatto ritorno in P.zza Giovanni XXIII dove ci si è congedati con un grande applauso rivolto a tutti.

Di questa pedalata ricorderemo:

  • la grandissima partecipazione con numeri che Cagliari non aveva mai visto;
  • la presenza di tanti meravigliosi bambini e giovani;
  • l’accoglienza degli amici di Giorgino e la fantastica frittura di pesce;
  • i sorrisi di tutti i partecipanti.
Rivolgiamo un ringraziamento a tutti, alla Consulta della Mobilità Sostenibile di Cagliari per aver organizzato la pedalata, al Comitato Villaggio Pescatori per l’ospitalità.
 
Eravamo almeno 250. Stiamo iniziando ad avere difficoltà a contarci anche se, allo stesso tempo, stiamo contando sempre di più! Ci siamo, esistiamo e uniti possiamo fare grandi cose.

W la bicicletta W Cagliari e la Sardegna Ciclabile
W tutti i ciclisti e le cicliste. Continuiamo a pedalare, Uniti.