SULL’ONDA DEI PEDALI, UN MARE DI MINICICLISTI

logo_cc_fiab
Bimbimbici 2015 a Cagliari e hinterland

Bimbimbici 2

SULL’ONDA DEI PEDALI, UN MARE DI MINICICLISTI 

di Paolo Trudu 

Un successo, le due giornate di BIMBIMBICI a Cagliari e hinterland organizzate da “FIAB Cagliari Città Ciclabile onlus” partecipate da un numero impressionante di ciclisti “in erba” tassativamente accompagnati dai genitori, anche loro muniti di “due ruote”.

La prima giornata, quella di domenica 10 maggio 2015, che ha coinciso con la grande manifestazione cagliaritana di “monumenti aperti” è stata, quindi, programmata nell’hinterland del capoluogo di regione coinvolgendo le amministrazioni comunali di Quartucciu e Selargius.

L’appuntamento è stato alla piazza della scuola di via Ales e ad attendere i ciclisti c’erano il presidente di “FIAB Cagliari Città Ciclabile onlus”, Virgilio Scanu, e i vigili urbani, anche loro in bicicletta, che aprivano il lunghissimo corteo mentre altri soci si disponevano per effettuare il servizio d’ordine e consentire che la biciclettata si potersse svolgere in massima sicurezza.

Importante, è stata la presenza dei volontari del soccorso che, in ambulanza, seguivano il corteo pronti ad intervenire in caso di necessità.

Il percorso per le vie di Quartucciu è stato bello e suggestivo, ma soprattutto apprezzato dai tantissimi cittadini che dai marciapiedi o dalle finestre e balconi delle abitazioni salutavano il serpentone variopinto che scampanellava per sottolineare la festa e la felicità di poter stare in gruppo mentre le auto, diligentemente, davano la precedenza ai ciclisti, e gli automobilisti si mostravano oltremodo impressionati dalla marea di due ruote che aveva invaso le loro strade.

I neofiti e i bambini più piccoli si sono mostrati molto diligenti e hanno seguito in toto le indicaziopni che man mano venivano date affinché il gruppone non corresse pericoli e qualcuno potesse rischiare di farsi male, così, passo dopo passo, semaforo dopo semaforo, incrocio dopo incrocio, la marea di ciclisti ha potuto raggiungere la pista ciclabile del comune di Selargius, realizzata nella via Libertà, per giungere, così, al parco comunale adiacente alla chiesa campestre di San Lussorio.

In quello spazio immenso, i bambini hanno potuto persorrere i viali attorno al prato verde dove erano sistemati i cartelli stradali che dovevano essere tassativamente rispettati così da non provocare ingorghi o incidenti fra biciclette.

Il fiume di pettorine gialle, grandi e piccole, con il logo di “Fiab Cagliari Città Ciclabile” ha seguito le istruzioni di Kevin Legge che aveva predisposto percorsi idonei a far comprendere, non solo ai bambini, ma anche ai loro genitori, come la bici può, e deve diventare il mezzo di trasporto principale in città, e che, se usata in maniera corretta, può essere più sicura e più rapida della stessa automobile.

Nel contempo, dai gazebo dell’associazione, venivano distribuite merendine e succhi di frutta, così da ristorare la fatica della biciclettata.

La seconda giornata di BIMBIMBICI si è svolta la domenica successiva in un percorso interno alla città di Cagliari, anche qui accompagnati da una pattuglia di vigili urbani muniti di bicicletta.

L’appuntamento, come consuetudine per “FIAB Cagliari Città Ciclabile onlus” è stato in piazza Giovanni XXIII dove tantissimi bambini in bicicleta, casco e pettorina gialla fosforescente hanno potuto dare sfogo alla gioia di poter circolare in sicurezza.

Il punto di partenza e di arrivo, piazza Giovanni, come la chiamano i cagliaritani, in un batti baleno si è colorata e riempita di biciclette e dei rumori classici che denottano la presenza massiccia di bambini festanti che, contemporaneamente, suonavano le trombette o i campanelli di cui erano munite le rispettive due ruote. E ciò, nonostante l’inizio della giornata pareva minacciare una pioggia che, invece, è restata dentro le nuvole a vedersi lo spettacolo per tuta la mattinata.

All’ora stabilita, il presidente Virgilio Scanu ha salutati i partecipanti presentando l’iniziativa, così pure l’assessore comunale al Traffico, Mauro Coni, intervenuto alla partenza del corteo. Questo, poi si è snodato per le vie principali del capoluogo di regione percorrendo, dove era possibile, le piste ciclabili realizzate dall’amministrazione comunale, fino a raggiungere la via Roma, la strada cittadina del lungo porto, la più importante di Cagliari.

Lì, i “bimbiciclisti” e adulti, hanno potuto rifocillarsi con merendine e succhi di fruta offerti dall’organizzazione, per poi riprendere il percorso inverso e tornare a riempire la piazza Giovanni.

Qui, Kevin Legge, aiutato da altri soci, ha realizzato i percorsi guida per insegnare ai bambini le tecniche primarie per poter andare in bici in sicurezza, tenere sempre le mani nel manubrio e riuscire ad andare dritti e in equilibrio nonostante la velocità minima.

Alrientro in piazza Giovanni XXIII, tanti bambini si sono cimentati nel “karaoke”, cantando canzoni sull’utilizzo della biciletta, dopo di che i bimbi, hanno effettuato i percorsi, imparando divertendosi, mentre i genitori, armati di cellulare e videocamera, non si perdevano un gesto atletico dei loro figli e, perché no, anche qualche piccola e inevitabile caduta, fortunatamente senza conseguenze.

Sono stati tantissimi i genitori, ma anche i bambini che alla fine della giornata, avvicinandosi al gazebo dell’associazione, si sono augurati, e hanno stimolato i dirigenti di “FIAB Cagliari Città Ciclabile onlus” a riproporre l’iniziativa più spesso. E, forse, questo sarà un prossimo obiettivo, fra le tantissime iniziative dell’organizzazione che sta crescendo in adesioni e popolarità fra i cittadini di Cagliari e non solo.